Passa ai contenuti principali

In primo piano

ALLENAMENTO: ESERCIZIO SUL DOMINIO PER I PICCOLI - L'ASPETTO LUDICO IN PRIMO PIANO

Quando si "lavora" con i più piccini, su qualsiasi obiettivo si stia lavorando, la cosa più importante è lavorare sempre facendoli divertire. Oggi proponiamo un'attivazione, ludico motoria, con obiettivo tecnico della conduzione. Come vediamo dalla raffigurazione, grazie a dei coni formiamo un quadrato. Di medie dimensione, dove all'interno faremo condurre palla ai piccoli campioncini. Al fischio del mister, gli allievi usciranno dal quadrato passando nei canaletti fatti con le aste, dovendo andare nelle tane. In questo caso, nella raffigurazione ci sono 5 allievi, e quindi quattro tane, in modo che l'esercizio si può fare anche sotto forma di gara. Ovviamente a seconda del numero dei bimbi metteremo più o meno tane o faremo due stazioni identiche. Ovviamente quest'esercizio, può avere molte varianti, che lasciamo alla fantasia degli istruttori, sia dal punto di vista tecnico che motorio. Inserendo la gara ovviamente ci sarà l'aspetto ludico, che i picco…

TATTICA: DINAMICHE TECNICO TATTICHE

Ma ora entriamo nel vivo dell’incontro e proviamo a capire un pò cosa potrebbe succedere in campo e come gli allenatori si sfideranno in quella che potrebbe essere una partita a scacchi…o chissà una partita dallo spettacolo puro e dai tantissimi gol.
Partiamo dal presupposto che probabilmente alla Juventus possa andar bene anche un pareggio…ricordando il momento negativo di questo inizio campionato e pensando alle tante partite ancora da disputare, ad un Napoli con giocatori contati e a un ritorno da giocare nello splendido Allianz Arena.
Dal suo canto il Napoli, a cui potrebbe andar bene anche l’X visto il vantaggio in classifica, potrebbe avere le stesse idee e pensare che una possibile vittoria potrebbe dir tanto, e quindi spinto da un San Paolo delle grandi occasioni potrebbe cercare di giocarsi tanto in questo match e cercare di portare a casa i tre punti.
Dalle ultime notizie il Napoli si schiererà con il suo consueto 433 affidandosi ai giocatori più utilizzati e di maggior esperienza, mentre la Juve dovrebbe schierare il 4231 con il tridente basso (fuori Mandzukic per infortunio) ad accompagnare il grande ex Gonzalo Higuain recuperato in extremis dopo l’infortunio alla mano.
Andando nei particolari dov’è che una squadra potrà battere l’altra e viceversa…?
Dopo aver studiato attentamente nei minimi particolari le due formazioni si prevede un Napoli che avrà in mano il gioco e che come suo solito formerà dei continui triangoli con un vertice comune cioè Jorginho che sarà li pronto con le sue solite giocate di prima a velocizzare il gioco partenopeo in qualsiasi parte del campo, facendo il vertice alto di questo triangolo giocando palla con i difensori, e vertici basso di questo triangolo quando si troverà a scambiare palla con mezzali e attaccanti.
Certo l’assenza di Ghoulam peserà molto ma il Napoli non si snaturerà e proverà ad attaccare sulle corsie esterne com’è abituato a fare con il continuo inserimento delle mezz’ali a spaccare le difese avversarie.
GIOCATA DECISIVA: la giocata decisiva potrebbe arrivare dal duo Insigne-Callejon considerata la difficoltà della Juve di difendere in mediana l’accentramento degli esterni e la difficoltà di Alex Sandro quando viene attaccato alle spalle da un giocatore come Callejon.
Per quanto riguarda la Juventus si prevede una squadra molto corta che potrebbe portare tutti dietro la linea della palla compreso Higuain che è il vertice più avanzato della formazione bianconera. Alla riconquista della palla come suo solito la Juventus dopo un giro palla abbastanza lento (visto la mancanza di Bonucci che in questo era una sicurezza) potrebbe andare a cercare costantemente le corsie esterne, dove giocatori come Cuadrado e Costa in giornata potrebbero far andare in crisi difensori esterni come Rui e Hysai, data anche la superiorità numerica in mezzo al campo della squadra partenopea e alle qualità tecniche non proprio pulite e veloci di un giocatore come Khedira.
GIOCATA DECISIVA: la Juve a differenza del Napoli potrebbe trovare qualche giocata decisiva nei singoli, come qualche “strappo” di Dybala, Cuadrado e Costa o chissà dell’ ex per eccellenza Gonzalo Higuain che come al San Siro contro il Milan potrebbe dare qual tocco del campione ai bianconeri.
A questo punto non ci resta che aspettare…in un’attesa che sembra infinita, questa magnifica partita, sperando che lo spettacolo la faccia da padrone e che ci faccia capire a questo punto chi avrà la meglio tra il singolo e la squadra…      

PRONOSTICO : PAREGGIO

Commenti

Popular Posts