Passa ai contenuti principali

In primo piano

ALLENAMENTO: ESERCIZIO SUL DOMINIO PER I PICCOLI - L'ASPETTO LUDICO IN PRIMO PIANO

Quando si "lavora" con i più piccini, su qualsiasi obiettivo si stia lavorando, la cosa più importante è lavorare sempre facendoli divertire. Oggi proponiamo un'attivazione, ludico motoria, con obiettivo tecnico della conduzione. Come vediamo dalla raffigurazione, grazie a dei coni formiamo un quadrato. Di medie dimensione, dove all'interno faremo condurre palla ai piccoli campioncini. Al fischio del mister, gli allievi usciranno dal quadrato passando nei canaletti fatti con le aste, dovendo andare nelle tane. In questo caso, nella raffigurazione ci sono 5 allievi, e quindi quattro tane, in modo che l'esercizio si può fare anche sotto forma di gara. Ovviamente a seconda del numero dei bimbi metteremo più o meno tane o faremo due stazioni identiche. Ovviamente quest'esercizio, può avere molte varianti, che lasciamo alla fantasia degli istruttori, sia dal punto di vista tecnico che motorio. Inserendo la gara ovviamente ci sarà l'aspetto ludico, che i picco…

SERIE A: DA PADRE IN FIGLIO…DA ENRICO A FEDERICO TUTTO IL CALCIO NELLA FAMIGLIA CHIESA


Probabilmente per un padre amante del calcio vedere il proprio figlio esaudire il sogno di arrivare in serie A è la cosa più bella di questo mondo.
Forse lo è ancora di più quando nella tua vita hai fatto lo stesso mestiere e sei arrivato ad un livello molto alto.
Questa è anche la storia di Enrico e Federico Chiesa, padre e figlio d’arte.
Dopo i più di 10 anni del papà in serie A ecco arrivare Federico nella massima serie nazionale, e con grande personalità affermarsi a livelli altissimi in appena due stagione arrivando ad un valore di mercato altissimo.
Ma questo è solo l’inizio ed il figliol prodigo non vuole fermarsi dove è arrivato il papà bensi diventare uno dei giocatori italiani più forti in circolazione e non.
L’ ex numero 25 viola, ha indossato maglie importanti, oltre ad essere un beniamino della curva Fiesole ha giocato per la Sampdoria e soprattutto nel Parma dei miracoli essendo un titolare inamovibile.
Giocatore straordinario sui calci piazzati ha giocato sia come attaccante che come esterno.
Arrivato anche in Nazionali ha messo a segno diverse marcature non essendo però mai un pilastro della squadra tricolore.
Ma ora passiamo al presente è all’attuale numero 25 viola, un classe ’97 che davvero sta dimostrando di essere un futuro campione.
Un giocatore diverso da Enrico che fa dello strapotere fisico una delle sue qualità, accoppiata ad una buona tecnica ad una grande intelligenza tattica e ad un ottimo spunto nonché dotato di straordinari inserimenti. Un giocatore contemporaneo insomma che si potrà mettere in mostra anche in Nazionale e soprattutto in campo europeo avendo tutto quello di cui si ha bisogno.
Il suo valore di mercato è già altissimo, e già sono tantissime le squadre che vorrebbero averlo alla propria corte.
La cosa è sicura, probabilmente ci troviamo di fronte ad un futuro campione che potrà dare tanto alla nazionale.
La speranza più grande è che l ‘Italia del calcio non se lo faccia sfuggire e che un grande club nostrano lo faccia suo per potercelo tenere ben stretto ed alzare sempre di più il livello del nostro calcio.

Chi vivrà vedrà…nel frattempo facciamo i nostri piu grandi complimenti a papà Enrico ed un grandissimo in bocca al lupo a Federico sperando di avere da qui a poco un grandissimo campione per cui far il tifo quando indosserà la maglia azzurra.

Commenti

Popular Posts