Passa ai contenuti principali

In primo piano

ALLENAMENTO: ESERCIZIO SUL DOMINIO PER I PICCOLI - L'ASPETTO LUDICO IN PRIMO PIANO

Quando si "lavora" con i più piccini, su qualsiasi obiettivo si stia lavorando, la cosa più importante è lavorare sempre facendoli divertire. Oggi proponiamo un'attivazione, ludico motoria, con obiettivo tecnico della conduzione. Come vediamo dalla raffigurazione, grazie a dei coni formiamo un quadrato. Di medie dimensione, dove all'interno faremo condurre palla ai piccoli campioncini. Al fischio del mister, gli allievi usciranno dal quadrato passando nei canaletti fatti con le aste, dovendo andare nelle tane. In questo caso, nella raffigurazione ci sono 5 allievi, e quindi quattro tane, in modo che l'esercizio si può fare anche sotto forma di gara. Ovviamente a seconda del numero dei bimbi metteremo più o meno tane o faremo due stazioni identiche. Ovviamente quest'esercizio, può avere molte varianti, che lasciamo alla fantasia degli istruttori, sia dal punto di vista tecnico che motorio. Inserendo la gara ovviamente ci sarà l'aspetto ludico, che i picco…

ALLENAMENTO: ATTIVAZIONE CON ESERCIZIO TECNICO-ANALITICO NELLE FIGURE GEOMETRICHE

Oggi il Mister ci presenta un attivazione tecnica basata sulla conduzione e sul passaggio, con l'aggiunta di componenti motorie.

Un'esercizio che nei più piccoli può anche rappresentare l'elemento ludico. Verranno utilizzate delle semplice figure geometriche per stimolare anche la componente cognitiva. E' sempre fondamentale stimolare la conduzione con diverse modalità e con diverse parti del piede. La componente motoria con gli schemi motori di base, soprattutto nei più piccoli anche per la parte coordinativa deve essere sempre presa in considerazione.

E' quindi sempre bello avere esercitazioni del genere, cosi divertenti e anche piene di stimoli e di cose da allenare, cercando comunque soprattutto nei più piccoli di non avere troppe difficoltà.

Di seguito abbiamo la raffigurazione con la spiegazione dell'esercizio.


L'esercizio parte con il giocatore A che ascolterà la figura geometrica che verrà chiamata dal mister. Il giocatore cosi porterà palla nella figura geometrica e poi tornerà a posto. Ad ogni cadenza di tempo partira un giocatore diverso che andrà sempre dove il mister gli avrà indicato a seconda della figura geometrica chiamata. 

Dopo di che ci sarà una variante. I giocatori andranno sempre verso la figura geometrica chiamata dal mister però in ogni figura ci sarà una cosa da fare.

Nel triangolo il giocatore punterà i tre diversi vertici saltandoli con una finta. Nel rombo il giocatore partendo dal primo vertice più vicino farà uno slalom continuando e girando attorno ai vertici numero 2, 3, 4 in diagonale. Nel quadrato il giocatore salterà i vertici portando palla con l'esterno e l'interno dei due piedi a seconda del vertice da saltare partendo dal vertice numero 1 con la sequenza esterno ed interno destro, per poi andare sul 2 con la sequenza esterno sinistro interno sinistro, per poi arrivare al 3 usando di nuovo esterno ed interno destro, per poi finire con il 4 riutilizzando esterno ed interno sinistro. Se si andrà nel rettangolo si userà la suola del piede entrando tra i vertici 1 e 2 con la suola destra e uscendo poi dal rettangolo con la suola sinistra tra i vertici 3 e 4.

Una volta terminato l'esercizio in una delle figure, si andra alla parte dedicata al passaggio di precisione nella porticina nera. Dopo aver fatto il passaggio prima di andare a recuperare palla e riandare in fila bisognerà o fare una campana o rotolare tra il primo e il secondo cono che si trovano quasi all'esterno del campo delimitato per l'esercizio. Se si ha a disposizione un bel campo grande devono essere fatte due stazioni anche se anche una stazione vista la velocità dell'esercizio e il molto impegno fisico che richiede l'esercizio potrebbe andare bene.

Commenti

Popular Posts