Passa ai contenuti principali

In primo piano

ALLENAMENTO: ESERCIZIO SUL DOMINIO PER I PICCOLI - L'ASPETTO LUDICO IN PRIMO PIANO

Quando si "lavora" con i più piccini, su qualsiasi obiettivo si stia lavorando, la cosa più importante è lavorare sempre facendoli divertire. Oggi proponiamo un'attivazione, ludico motoria, con obiettivo tecnico della conduzione. Come vediamo dalla raffigurazione, grazie a dei coni formiamo un quadrato. Di medie dimensione, dove all'interno faremo condurre palla ai piccoli campioncini. Al fischio del mister, gli allievi usciranno dal quadrato passando nei canaletti fatti con le aste, dovendo andare nelle tane. In questo caso, nella raffigurazione ci sono 5 allievi, e quindi quattro tane, in modo che l'esercizio si può fare anche sotto forma di gara. Ovviamente a seconda del numero dei bimbi metteremo più o meno tane o faremo due stazioni identiche. Ovviamente quest'esercizio, può avere molte varianti, che lasciamo alla fantasia degli istruttori, sia dal punto di vista tecnico che motorio. Inserendo la gara ovviamente ci sarà l'aspetto ludico, che i picco…

LA SCUOLA CALCIO: IL RUOLO DEL GENITORE


Una delle problematiche piu' grandi che hanno le scuole calcio e' sicuramente la gestione dei genitori.

Il loro ruolo dovrebbe essere sicuramente fondamentale, ma in positivo ed invece tante volte lo e' solo in negativo.

Il genitore dovrebbe avere un ruolo di motivatore positivo, di appoggio, di aiuto, sia verso i propri figli, sia verso qualsiasi bambino, sia verso le societa'...e soprattuto non mettere in difficolta' e creargli problemi per ogni singola situazione.

La cosa fondamentale e' lasciar fare il proprio lavoro ai diversi educatori, allenatori, istruttori che si prodigano nei diversi campi e che sono pienamente al servizio dei piccoli campioncini.

Questa cosa pero' sembra un utopia, perche' la maggior parte delle volte i genitori vorrebbero sostituirsi a tutto lo staff, e diventare contemporaneamente allenatori, responsabili tecnici, responsabili organizzativi, presidenti ecc...

Sempre li pronti a criticare qualsiasi cosa, in questo modo danno solo un cattivissimo esempio ai propri figli, cosa che poi purtroppo si rispecchiera' sia nella vita calcistica che in quella reale.

Probabilmente quando si tratta di prendere in considerazione i propri figli e' sempre difficile essere obiettivi, ma questo farebbe di un genitore un ottimo padre o madre e aiuterebbe molto nella crescita il proprio figlio ed eviterebbe qualsiasi tipo di problema.
La prima cosa sicuramente sarebbe quella di non dare sempre e comunque scusanti ai propri figli, incolpando sempre gli altri, che siano persone dello staff o compagni di squadra, ma dire sempre e comunque come stanno le cose ed essere sempre quanto piu' realistici.

Ovviamente, questo non sta a significare che il genitore non ha mai ragione e che le scuole calcio sono la perfezione anzi, lui sempre per il bene del proprio figlio deve essere li, osservare, valutare e fare le proprie scelte. Pero' la cosa importante e' quella che quando ha qualche problematica parlarne con le opportune persone e senza alcun problema discuterne senza fare polemiche inutile con tutte le persone con le quali si trova a parlare.
Il genitore dovrebbe, ovviamente se merita, fidarsi della societa', dell'istruttore e affidargli il proprio figlio avendo solo un ruolo di supervisore; 
Un' altro elemento negativo, e' il genitore-ultras.

Questo tipo di genitore lo troviamo sugli spalti dei campi durante le partite pronto a urlare e sbraitare contro l'arbitro, contro gli avversari e alle volte anche contro i compagni del proprio figlio ed e' sempre li pronto a giudicare in maniera inopportuna.

Per tutte queste diverse cose, il Mister ci consiglia di diramare un regolamento per i genitori, in modo di cercare di placare questi comportamenti molto negativi che fanno del male un po a tutti.
Cercare poi di costruire una "barriera positiva" tra lo staff ed i genitori diventa sempre piu' fondamentale per la gestione totale e per il modo positivo di vivere la scuola calcio.

Purtroppo probabilmente, in alcuni casi l'ignoranza, ed in altri casi il non essere obiettivi porta i genitori ad avere questi comportamenti.

L'appello che si vorrebbe fare ai genitori infine,e' quello che tutti questi comportamenti negativi fanno solo del male ai bambini e sono loro che ne risentono maggiormente. 

Sperando che pian piano possa cambiare qualcosa il Mister ringrazia anche i genitori, perche' comunque alla fine sono coloro che permettono tutto e senza il quale molte cose purtroppo non potrebbero esistere.

Commenti

Popular Posts