Passa ai contenuti principali

In primo piano

ALLENAMENTO: ESERCIZIO SUL DOMINIO PER I PICCOLI - L'ASPETTO LUDICO IN PRIMO PIANO

Quando si "lavora" con i più piccini, su qualsiasi obiettivo si stia lavorando, la cosa più importante è lavorare sempre facendoli divertire. Oggi proponiamo un'attivazione, ludico motoria, con obiettivo tecnico della conduzione. Come vediamo dalla raffigurazione, grazie a dei coni formiamo un quadrato. Di medie dimensione, dove all'interno faremo condurre palla ai piccoli campioncini. Al fischio del mister, gli allievi usciranno dal quadrato passando nei canaletti fatti con le aste, dovendo andare nelle tane. In questo caso, nella raffigurazione ci sono 5 allievi, e quindi quattro tane, in modo che l'esercizio si può fare anche sotto forma di gara. Ovviamente a seconda del numero dei bimbi metteremo più o meno tane o faremo due stazioni identiche. Ovviamente quest'esercizio, può avere molte varianti, che lasciamo alla fantasia degli istruttori, sia dal punto di vista tecnico che motorio. Inserendo la gara ovviamente ci sarà l'aspetto ludico, che i picco…

ALLENAMENTO: DALLA REATTIVITA' AL 2 VS 1

Oggi il Mister ci presenta un esercitazione molto bella e divertente che ha proposto per una categoria pulcini. Tante volte, la dimensione ludica diventa fondamentale, e soprattutto spinge gli allievi ad allenarsi con voglia e nel migliore dei modi. Gli obiettivi che vogliono essere raggiunti possono essere raggiunti con tante varianti. La cosa importante e che si "spinga" i piccoli campioncini ad allenarsi con amore. Questa cosa può essere raggiunta solo con la varietà degli allenamenti e con lavori divertenti che stimolino i ragazzi. In questa esercitazione si va ad allenare il 2 vs 1 con una partenza dinamica che richiede attenzione. Prima di arrivare alla parte finale del 2 vs 1 il giocatore principale che attacca scambia palla velocemente con i giocatori esterni che si trovano larghi a destra e a sinistra arrivando a fare il 2 vs 1 con il giocatore con il quale scambierà palla per primo che inevitabilmente si troverà libero sul cambio gioco dopo che il giocatore principale centrale avrà poi scambiato anche col giocatore esterno opposto. Tante volte i colori ed i numeri, come vedremo in quest'esercitazione stimolano i ragazzi e soprattutto richiamano ben all'attenzione e alla concentrazione. Abbiamo, per capire bene tutto la raffigurazione e poi la spiegazione dell'esercizio



L'esercizio parte con l'istruttore che chiamerà due numeri che come vedete dalla figura saranno la denominazione dei giocatori. Il mister chiamerà due numeri, il primo dovrà fare azione offensiva, mentre il secondo dovrà difendere la propria porta. Lo stesso vale per entrambi le squadre poste inizialmente affianco alle loro porte difese dai proprio portieri. I due giocatori non chiamati accompagneranno il giocatore chiamato per offendere svolgendo i ruoli di esterni offensivi. Il giocatore chiamato per offendere dovrà scambiare prima palla con entrambi i giocatori esterni e poi potrà attaccare la porta difesa dal portiere e da un giocatore avversario insieme al primo giocatore esterno con il quale avrà scambiato palla. Cosi ci sarà un due contro uno offensivo per andare a concludere in porta. Ovviamente l'allenatore chiamerà sempre numeri diversi per poter far svolgere a tutti i diversi ruoli. Ricordiamo che ogni squadra posta sulla linea di fondo della porta da difendere attaccherà l'altra porta andando a prendere palla nella metà campo avversaria. Il giocatore che dovrà difenderà difenderà la propria porta dalla propria metà campo. I giocatori esterni andranno ad offendere nella metà campo opposta. I portieri difenderanno la propria porta che si trova nella metà campo dove sono posti anche i propri giocatori.

Commenti

Popular Posts