Passa ai contenuti principali

In primo piano

ALLENAMENTO: ESERCIZIO SUL DOMINIO PER I PICCOLI - L'ASPETTO LUDICO IN PRIMO PIANO

Quando si "lavora" con i più piccini, su qualsiasi obiettivo si stia lavorando, la cosa più importante è lavorare sempre facendoli divertire. Oggi proponiamo un'attivazione, ludico motoria, con obiettivo tecnico della conduzione. Come vediamo dalla raffigurazione, grazie a dei coni formiamo un quadrato. Di medie dimensione, dove all'interno faremo condurre palla ai piccoli campioncini. Al fischio del mister, gli allievi usciranno dal quadrato passando nei canaletti fatti con le aste, dovendo andare nelle tane. In questo caso, nella raffigurazione ci sono 5 allievi, e quindi quattro tane, in modo che l'esercizio si può fare anche sotto forma di gara. Ovviamente a seconda del numero dei bimbi metteremo più o meno tane o faremo due stazioni identiche. Ovviamente quest'esercizio, può avere molte varianti, che lasciamo alla fantasia degli istruttori, sia dal punto di vista tecnico che motorio. Inserendo la gara ovviamente ci sarà l'aspetto ludico, che i picco…

SERIE A 2017/2018...VOTI E GIUDIZI




E' stato un anno lungo, molto bello ed interessantissimo; il solo fatto che la corsa all'Europa e alla retrocessione è stata decisa all'ultima giornata ci fa capire quanto sia stato avvincente. Ma ora è il momento di giudicare un po tutte le squadre, e il nostro Mister ci presenterà una scaletta con tutti i voti e giudizi per ogni squadra che ha partecipato alla massima serie.

ATALANTA: VOTO 8 -Che dire della Dea, dopo una stagione straordinaria dell'anno scorso, e una grandissima Europa League disputata la squadra bergamasca si presenterà ancora una volta in Europa l'anno venturo grazie ad un altra stagione ad altissimi livelli. Dopo essere stata trascinata l'anno scorso dai vari Gomez Spinazzola e Caldara quest'anno si sono riscoperti altri giocatori come Cristante; ma il perno principale è stato sempre lui, Gianpiero Gasperini capace di dare sempre più qualità arrivando a risultati insperati.

BENEVENTO: VOTO 6 -Una squadra ultima e retrocessa probabilmente non può arrivare alla sufficienza, ma noi siamo stati tentati nel darla per l'orgoglio e la voglia e determinazione messa in campo dalla squadra campana fino all'ultimo secondo dell'ultima gara. Speriamo che sia un arrivederci e che riesca subito a risalire nella massima serie già il prossimo anno. 

BOLOGNA: VOTO 6 -Sufficienza striminzita per gli uomini di Donadoni, quindicesima in classifica che sono riusciti ad arrivare ad una salvezza tranquilla che però non ha mostrato sprazzi di buon calcio, ma il solito compitino di una squadra già sazia. Nessun tipo di lampo in nessuna partita nonostante una buona rosa che forse qualcosina in più poteva fare

CAGLIARI: VOTO 6 -Una salvezza raggiunta solo all'ultima giornata, con un pò di sfortuna avuta durante l'arco dell'anno. Una sufficienza comunque meritata per l'obiettivo raggiunto e per alcune partite giocate con molto qualità. Speriamo l'anno venturo di vedere più qualità e magari un posizionamento migliore.

CHIEVO VOTO 5.5 -Siamo abituati a vedere tutt'altri campionati da parte della formazione scaligera, che ormai in serie A da tantissimi anni, quest' anno non ha avuto la solita determinazione, e per poco non finiva nella serie cadetta. Un girone di ritorno davvero negativo che l'ha risucchiato nella lotta per non retrocedere. Una squadra formata da buoni giocatori di esperienza avrebbe dovuto fare davvero qualcosina in più

CROTONE VOTO 5.5 -Il secondo miracolo purtroppo non è riuscito. Una squadra che anche quest' anno ha dato tutto, che però si è persa negli scontri diretti, importantissimi quest'anno per raggiungere la salvezza. E' questo che peraltro non ha fatto raggiungere la sufficienza alla squadra calabra, al quale però auguriamo una pronta risalita.

FIORENTINA VOTO 8 -Come non dare un voto alto ad una squadra che si è ritrovata senza il proprio capitano, una tragedia che ha colpito l'intero mondo del calcio e quindi soprattutto la squadra viola. Nonostante tutto, con grande passione la squadra toscana ha messo in fila tantissimi risultati positivi arrivando a giocarsi l'Europa fino all'ultima giornata. Squadra peraltro molto giovane e rinnovata ad inizio anno, che però Pioli ha saputo equilibrare dando anche sprazzi di grande calcio. Speriamo che il processo di crescita continui, e che continui a mostrare anche giocatori straordinari come quelli che la compongono attualmente.

GENOA VOTO 6 - Una salvezza raggiunta, quasi con tranquillità, motivo per la quale si da la sufficienza alla squadra Ligure. Ma il Genoa degli anni scorso e solo un ricordo. Poca qualità, poche sprazzi di bel gioco e di forza, cosa che l'ha sempre contraddistinta da quando si è tornati in A. Buona solidità difensiva ma davvero poco in fase offensiva avendo segnato gli stessi gol dell'ultima in classifica Benevento. Ci si augura che il prossimo campionato possa dare più spettacolo, perchè il clima infuocato e la passione del Marassi è un bel vedere per il calcio italiano.

INTER VOTO 7 - un 7 dato solo ed esclusivamente dato per l'obiettivo Champions raggiunto nell'ultima giornata. E' stato questo a salvare Spalletti e "figli" da un altra stagione disastrosa. Un squadra con diversi campioni in squadra può e deve fare molto di più. Media di 20 punti indietro rispetto a Juve e Napoli e un gap troppo largo. Rimandati al prossimo anno sperando che si riesca a colmare questa differenza e a tornare per gli obiettivi reali che una società come quella nerazzurra deve avere.

JUVENTUS 7,5 -Avesse perso lo scudetto il voto sarebbe stato "ancora" più negativo. Una squadra colma di campioni, non deve rischiare di perdere il tricolore a poche giornate dalla fine, e soprattutto deve mostrare più qualità. Stagione "salvata" comunque da due trofei, che per chi pensa a vincere sono comunque determinanti. L'augurio di tutti è però che una squadra che ci deve rappresentare deve avere un gioco migliore e mostrare molta ma molta più qualità

LAZIO 8 -Che dire della squadra biancoceleste, dall'arrivo di Inzaghi è diventata una compagine straordinaria, con un bellissimo gioco, tanta intensità e tante anche individualità. Giocatori come Milinkovic savic, Marusic, per non parlare di Luis Alberto, Immobile e compagni l'hanno fatta da padrone per un anno intero, perdendo immeritatamente la qualificazione alla Champions. Un peccato davvero per una squadra che meritava sempre di più e che ci auguriamo di vedere ancora all'opera in partite piene di spettacolo.

MILAN 7,5 - Sembrava un'altra stagione di delusione, soprattutto dopo i tanti e buoni acquisti del mercato estivo. Poi fortunatamente con l'arrivo di Gattuso qualcosa è cambiato e con tanti risultati positivi si è arrivati alla qualificazione all'Europa. L'anno della verità probabilmente sarà il prossimo quando il Mister calabrese dovrà avere altri obiettivi essendo partito dall'inizio alla guida della propria squadra. Capace di dar visibilità a diversi giovani ha fatto un ottimo lavoro già in questa stagione, protagonista forse assoluto della risalita rossonera.

NAPOLI 8,5 -La migliore squadra del campionato proviene dal capoluogo campano. La squadra azzurra è riuscita a mostrare un gioco straordinario ed è riuscita nonostante la differenza di ingaggi e di rosa a dar filo da torcere alla Juve e sicuramente meritando di più l conquista del tricolore che purtroppo non è arrivata. Avremmo voluto dare 10 come voto, ma purtroppo una stagione viene considerato anche sotto altri aspetti, e le premature uscite da Champions ed Europa League si sono fatte sentire. Un plauso comunque alla squadra di Sarri, senza dubbio il miglior allenatore italiano del momento, sperando di poter continuare a vedere lo spettacolo offerta ogni domenica tra San Paolo e trasferta.

ROMA 8 -Voto molto positivo anche per la squadra di Di Francesco, capace di arrivare fino al penultimo atto della Champions, e capace di arrivare terza in classifica solo dopo le schiacciasassi Juve e Napoli. Diverse partite giocate anche con qualità e diverse portate a casa nonostante la giornata No, cosa fondamentale per chi vuole arrivare a certi traguardi. La prima stagione del dopo Totti è stata molto positiva per i tifosi della capitale.

SAMPDORIA 7 -Può essere contento il presidente Ferrero, un'altra ottima stagione della squadra blucerchiata, che potendo affidarsi all'esperienza di gente come Quagliarella, Zapata e Ramirez, ed a tanta qualità di giovani da poco arrivati nel campionato italiano come Torreira, Praet ecc... è riuscita ad essere li e nelle prime 10 posizioni e mettendosi anche nella possibilità di giocarsi l'Europa in alcuni momenti dell'anno. Il fortino Marassi è stato "l'uomo" in più e non ci resta che congratularci sperando di rivederla nello stesso modo ai nastri di partenza il prossimo anno.

SASSUOLO 6,5 -Una sufficienza piena data solo dalla gestione del momento di difficoltà. Infatti la squadra emiliana davvero ha visto farsi risucchiare a metà anno nella lotta per non retrocedere. Una buona gestione del momento, mettendo la concretezza prima di tutto ha portato ad una salvezza tranquilla. Eravamo abituati negli ultimi anni a vedere un Sassuolo diverso e speriamo di rivederlo il prossimo anno.

SPAL 7 -Impresa vera e propria quella della Spal, che arriva ad una meritatissima salvezza, data da passione, determinazione e senso di grande appartenenza. Grazie alla grinta di tutti e ai gol di Antenucci è potuta scoppiare la festa in Città. Ottima partite anche contro le grandi dove non ha mai mollato e ha meritato anche risultati positivi. Complimenti alla neopromossa e felici che l'anno prossimo possa continuare il sogno di un'intera città 

TORINO 7- Un'altra buona stagione da parte dei granata a cui è mancato l'acuto. L'europa può e deve essere un obiettivo di una piazza del genere, ma non è sicuramente facile da raggiungere. Una stagione quindi nella media, nonostante le difficoltà del cambio allenatore a metà anno. Aspettando l'anno prossimo sperando in acuti che in passato anno fatto gioire una città intera.

UDINESE 6 -Anche qui una salvezza raggiunta nel finale di stagione. Dall'Udinese visti gli anni passati ci si aspetta molto di più. Nonostante le cessioni sempre presenti le scorse volte si era riusciti sempre a fare ottimi campionati, cosa non fatta quest'anno dove si è arrivati al minimo obiettivo davvero con il minimo indispensabile. Diamo anche a loro l'arrivederci al prossimo anno sperando di vedere qualcosina in più.

VERONA 4 -E' forse la più grande delusione della stagione appena conclusa. Una piazza come Verona vuole e merita di più. Una retrocessione arrivata quasi senza lottare che si immaginava sin da subito. Poi la società ci ha messo del suo vendendo giocatori come Caceres e Bessa a metà anno indebolendola ancora di più nonostante le tante difficoltà. Giusta la retrocessione augurando le migliori fortune e una veloce risalita nella massima serie

Commenti

Popular Posts