BLUE WORLD


Come cambiano le cose negli anni...era il 2006 quando festeggiavamo come dei bambini dopo il rigore di Fabio Grosso, sembra passato un eternità vedendoci oggi, guardare il mondiale dalla tv e non poter aver fatto il tifo per i nostri colori...
Le lacrime dei francesi le ricordiamo bene, e oggi invece dobbiamo "digerire" i loro festeggiamenti dopo una vittoria incredibile in questi mondiali di Russia 2018. Per la seconda volta campioni del mondo, con un elemento sempre li sul pezzo a festeggiare per la propria nazione, quel Didier Deschamps capitano e campione del mondo 20 anni fa nel 1998 che si ripete ancora una volta questa volta da CT.
Che dire, un mondiale a parer di popolo straordinario, con forse altre delegazioni che avrebbero meritato qualcosa in più, basti vedere la stessa Croazia o anche il Belgio di De Bruyne e company, ma che ha visto alla fine i Francesi arrivare in capo al mondo.
Una squadra compatta, formata dalla giusta esperienza mista con tanta freschezza e classe dei giocatori più giovani. Giocatori come Matuidi, Umtiti, Giroud affiancati a gioiellini come Griezmann e Mbappè hanno formato un mix straordinario guidato da un grande, grandissimo allenatore come Deschamps che li ha portati cosi a vincere il secondo mondiale della loro storia. 
In più si sono messi in luce anche i due terzini, soprattutto quel Pavard fortissimo in fase offensiva e capace di giocare bene anche in quella difensiva ed essere determinante anche in zona gol. Sicuramente un giocatore puntato da tante squadre Europee e che il mondiale ha fatto salire e non poco di valutazione. 
Molti si aspettavano l'Argentina di Messi, il Brasile di Neymar ed invece la finale è stata tutta Europea meritata per altro dalle due formazioni che ne hanno preso parte.
Quindi ancora una volta si è dimostrato davvero che il calcio europeo è il migliore e che soprattutto gli allenatori che provengono dal nostro continente sono un mix di competenza ed esperienza che porta le formazioni a dare il meglio di se e ad arrivare ad ottenere i propri obiettivi.
Non ci resta che far i complimenti alla Francia, a tutta la federazione calcistica francese, al CT e a tutti i ragazzi che hanno ottenuto un risultato incredibile ed indimenticabile. 
Sperando che nei prossimi anni potremmo rivivere battaglie calcistiche con i cugini francesi come quelle del 1998, del 2000 e del 2006 lo staff di CiaoMister si complimenta anche con tutte le altre delegazioni che hanno preso parte alla competizione iridata per il grandissimo mondiale a cui abbiamo assistito sperando che la crescita calcistica continui ancora e sempre di più in tutto il mondo e potremmo gustarci anche in futuro manifestazioni del genere e potremmo assistere a spettacoli del genere sia in campo che fuori...

ALLEZ FRANCE!

Commenti

Popular Posts